in-toscana.it

hotel, ristoranti, spettacoli, cultura e tanto altro in Toscana

Vedi le nostre promozioni
CHIESE & MONASTERI
Condividi nei social network   

Eremo Francescano Le Celle "Cortona"


toscana (arezzo) cortona
pubblicato il 01/09/2013 20:44:59 nella sezione "Chiese & monasteri"
Eremo Francescano Le Celle  Cortona
Il convento de “Le Celle” costituisce uno dei primi insediamenti francescani scelto e voluto da Francesco di Assisi.

Trovatosi a predicare presso Cortona nel 1211, come suo solito, Francesco domandò ed ottenne un luogo nel quale potersi ritirare in preghiera. Un giovane nobile della città, Guido Vagnottelli (che poi diventerà il “Beato Guido”, uno dei primi compagni del Poverello di Assisi) gli offrì quello che agli inizi del XIII sec. doveva apparire un luogo aspro e soprattutto privo di qualsivoglia insediamento umano. Francesco tuttavia lo scelse per la solitudine che gli donava, ma soprattutto perché particolarmente espre ssivo del suo Signore. Presso il luogo dove ora sorgono “Le Celle”, infatti, egli trovò le vestigia del Redentore: l’acqua, segno di Cristo acqua viva; la pietra, segno di Cristo roccia su cui edificare la propria vita; una fenditura nella montagna, memoria delle piaghe del Signore Gesù, tante volte agognate da Francesco, per rivivere nel suo corpo l’amore che il Signore aveva nutrito e nutre per ogni uomo nella sua passione.

Tutto fa pensare che fin dalla sua prima permanenza, egli abbia lasciato nel luogo detto de “Le Celle” un piccolo drappello di frati a custodia di un sito a lui, da subito, così caro.
Nel 1215 Francesco, secondo una testimonianza attendibile dell’epoca, torna nuovamente a “Le Celle”, per trascorre la Pasqua,

dopo aver vissuto la quaresima sull’isola Maggiore del lago Trasimeno. Egli, perfetto imitatore di Cristo, aveva in quell’occasione portato con sé solamente un pane di cui tuttavia non si nutrì, se non l’ultimo giorno e di un solo boccone, per dire la sua consapevole miseria rispetto al suo Signore il quale, invece, nel deserto, per quaranta giorni e quaranta notti non prese né cibo né bevanda.

Tante altre volte Francesco deve aver sostato presso “Le Celle” collocate sulla strada che da Assisi sale verso la Toscana, eppure di nessun’altra abbiamo testimonianza se non di un’ultima e così importante. Siamo nel 1226. E’ l’anno della morte di Francesco. Le stigmate già segnano il suo corpo da due anni, da quando il 17 settembre del 1224, sul monte della Verna, un Serafino gli donò di gustare l’amore immenso di Dio. Secondo i suoi biografi egli, in primavera, si trovava a Siena, forse per cure mediche. Le sue condizioni apparivano disperate, tanto che i compagni del Santo gli chiedono di scrivere il testamento e lui con

poche e semplici parole lo dettò. Ma non era ancora giunta la sua ora. Le condizioni probabilmente migliorano.
I compagni decidono di riportarlo ad Assisi, dove tutto era cominciato e dove tutto doveva finire. E fu così che, per rendere più sopportabile il viaggio, Francesco fece nuovamente sosta a “Le Celle”, un’ultima volta, per un ultimo assaggio di quella comunione con Dio, che quel luogo gli aveva tante volte riservato.
Fu allora che, in seguito ad una permanenza forse prolungata, nel segreto della sua fenditura nella roccia, Francesco ripensa o forse addirittura inizia a scrivere il suo Testamento. Non quello di Siena, così stringato, bensì la suprema riaffermazione della sua esperienza di vita, alla ricerca di Dio. A "Le Celle", in un luogo da allora segnato dal misticismo e dalla contemplazione dell’Altissimo.
Francesco poi riparte, verso il suo dies natalis che si consumerà il 3 ottobre dello stesso anno, adagiato “nudo sulla nuda terra”, a conclusione di una vita spesa nel cercare l’unico grande tesoro: Gesù.

Ma per le Celle non è la fine. Frate Elia, Ministro generale dell’Ordine dei Minori all’epoca della morte di Francesco, originario di Cortona, ricorda il luogo nel quale il Poverello amava trascorrere nel silenzio le sue permanenze cortonesi e, da buon architetto qual è, nel 1235 comincia a costruire la prima porzione del santuario. Costruisce in muratura la Cella e l’Oratorio di S. Francesco. Al di sopra edifica un piccolo refettorio e cinque cellette delle dimensioni della cella del Santo, dove egli stesso trascorrerà l ’ultima parte della sua vita.
Il piccolo romitorio rimane così, abitato dai frati, per circa un secolo, fin quando la proprietà passa alla diocesi e per circa 200 anni fu praticamente disabitato, anche se non completamente abbandonato.
Fu solo nel 1537 che, ormai sazi di una così lunga assenza dei frati, il Vescovo chiamò, a far rivivere quella piccola porziuncola, i Cappuccini, l’ultima delle riforme francescane, approvata pochi anni prima, nel 1528.

I nuovi arrivati compresero subito l’importanza del luogo e vollero farne la casa di Noviziato della Provincia toscana. Mancavano tuttavia gli spazi, cosicchè si mise di nuovo mano agli strumenti del lavoro: al legno, alle pietre, al cemento; e si

cominciò a costruire l’attuale chiesa conventuale e il corridoio del noviziato, in alto, parallelamente alla montagna. Il corridoio conteneva 20 cellette, sempre di due metri per due, per l’accoglienza dei novizi, affinchè nella povertà delle strutture, essi venissero formati alla essenzialità della vita religiosa.
“Le Celle” rimarranno casa di noviziato per circa cinque secoli, luogo di preghiera e di testimonianza di vita evangelica e fraterna. Luogo di silenzio e di ricerca di Dio. Luogo di austerità e di crescita umana e spirituale, alla scuola del Poverello di Assisi.

Attualmente il convento de “Le Celle” è stato costituito “casa di preghiera”. Luogo nel quale continuare la secolare tradizione di ricerca di Dio, attraverso l’offerta della propria vita nella semplicità e nella gioia; luogo nel quale cercare di rivivere e di far rivivere un po’ di quella beatitudine che Francesco, 800 anni or sono, venendo dalla paludosa Valdichiana, certamente intravide, guardando una piccola ferita nella roccia, prospiciente un frusciante corso di limpida acqua.


Convento Frati Cappuccini
Eremo "Le Celle"
Strada dei Cappuccini, 1
Cortona (Arezzo)
Tel:0575 603362
Fax:0575 601017
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Contatta le migliori strutture dove allogiare
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL POSTA
toscana (siena) chianciano terme
ATLANTICO PALACE HOTEL Stanze a partire da . 7000 a notte
toscana (siena) montepulciano
HOTEL VILLA AMBRA
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL CONTINENTALE  Stanze a partire da . 3900 a notte
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL TIRRENIA Stanze a partire da . 5400 a notte
toscana (siena) chianciano terme
ALBERGO REXStanze a partire da . 3500 a notte
toscana (siena) chianciano terme
AGRITURISMO LA PIETRICCIA
toscana (siena) montepulciano
HOTEL GRANDUCATOStanze a partire da . 5500 a notte
toscana (siena) chianciano terme
Alexander Hotel Palme
toscana (siena) montepulciano
ETRURIA RESORT e NATURAL SPA
Cerca nel sito


HOTEL POSTA ***

toscana (siena) chianciano terme

HOTEL VILLA AMBRA ***

toscana (siena) montepulciano

AGRITURISMO LA PIETRICCIA

toscana (siena) chianciano terme

Alexander Hotel Palme ****

toscana (siena) chianciano terme

ETRURIA RESORT e NATURAL SPA

toscana (siena) montepulciano
Banner Sinistra
Banner Destra
Le migliori attività

Great Estate "Toscana"

toscana (siena) san casciano dei bagni

Cantine RAVAZZI "San Casciano dei Bagni"

toscana (siena) san casciano dei bagni

Ristorante l'Assassino "Chianciano Terme"

toscana (siena) chianciano terme

Ottica Castellani "San Quirico d'Orcia"

toscana (siena) san quirico d'orcia

Fattoria Pianporcino "Pienza"

toscana (siena) pienza

Maestri del cotto "Città della Pieve"

umbria (perugia) città della pieve

Scuola di danza Ali di Luce

toscana (siena) chianciano terme

Osteria Acquacheta "Montepulciano"

toscana (siena) montepulciano
Banner Sinistra
Banner Destra
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News & curiosità
ZUCCHE GIGANTI SI SFIDANO IN TOSCANAA Foiano della Chiana la sfida delle zucche
TORNA LA CITTADELLA ECOLOGICA DI LEGAMBIENTE TOSCANADal 2 al 4 ottobre a Villa Montalvo
PASCOLO 2.0 PECORE COL CHIP E OVILE COMPUTERIZZATO PER IL PASTORE PIU HI TECH DITALIAIn Maremma si fondono tradizione e innovazione
ANCORA SELEZIONI AL TERME DI CHIANCIANO GARDEN FESTIVALFino a un massimo di 8 i progettisti selezionati
SANTISSIMA TRINITA TRIONFA ALLA GIOSTRAVince il giovanissimo Giacomo Perugini
Eventi & feste
UNO STILE DI VISTA PI SOSTENEBILE?Se ne parla a Cetona Sul filo dell’olio
TOSCANA ARCOBALENO DESTATE 2016Tanti eventi per festeggiare larrivo dellestate
TORNANO A PIAZZE LE LETTERIMPIADIAnche quest’ anno Piazze2000 organizza la sfida letteraria
ARRIVA IL TERME DI CHIANCIANO GARDEN FESTIVALCompetizione internazionale per garden designer e non solo
IN TOSCANA HALLOWEEN SI PASSA ALLE TERME Una serata mostruosamente rilassante alle Terme Sensoriali di Chianciano
Storia & musei
CHIUSI DINVERNOTutte Le Iniziative Per Scoprire Chiusi Anche in Inverno
Santa Maria della Scala dal gennaio 2010 allagosto 2013 registrati 155mila ingressi
Parco Museo Minerario Abbadia San Salvatore
MAEC Museo dellAccademia Etrusca e della Città di Cortona
Pedalando Nel Passato Storie Di Uomini E Di Mestieri Firenze dal 20 giugno al 17 novembre 2013
Chiese & monasteri
Collegiata dei Santi Quirico e Giulitta
Eremo Francescano Le Celle  Cortona
Abbazia di Spineto Sarteano
Monastero di Abbadia San Salvatore
Chiesa di San Biagio Montepulciano
Dove Mangiare
RistoPizza Tribeca
Ristorante La Grotta
LA TORAIADove mangiare i veri hamburgersdi carne Chianina
Gattavecchi (La Cucina Di Lilian)
Ristorante Degli Archi  a San Quirico dOrcia
Enogastronomia
RICETTE DELLA TRADIZIONE TOSCANADal Rinascimento a oggi
LE ORIGINI DEL PANFORTEStoria e leggende del dolce toscano più famoso
Ad Arezzo Campionato Nazionale di Cucina Contadina
Intorno a Chianciano il vino è meglio dell’acqua alle Buche di Giuseppe Olivi a Sarteano
L’azienda Marchesi De’ Frescobaldi e Bar Smalzi ti invitano il 10 Ottobre a Firenze
Mostre & fiere
GIOCHIAMO?A Chiusi in mostra i giocattoli di una volta
A CHIUSI VOLTI DI DONNAUn Viaggio alla Scoperta della Donna dagli Etruschi a S.Mustiola
Sotto la neve fiabe... a Siena
Inaugurazione mostra Icone Sacre Giovedì 26 settembre 2013 al Museo Civico di Montepulciano
Firenze - Parigi Andata e Ritorno
Terme & spa
FESTIVIT E BENESSERE ALLE TERME DI CHIANCIANOUn mese ricco di offerte
THEIA nuovo complesso di piscine termali a Chianciano Terme
Hotel di charme a MontepulcianoEtruria Resort & Natural Spa
Living in Valdorcia la nuova agenzia immobiliare di casali e rurali in Val dOrcia
Centro Olistico La Mano Madre
Territorio
Hotel Italia: hotel 3 stelle a Siena vicino al centro storico della città del Palio
I 10 BORGHI DA VISITARE ASSOLUTAMENTE IN TOSCANAPer il tuo week  end di relax in Toscana
Bagno Vignoni (Siena)
Il crocifisso di Antonio da Sangallo esposto all’Abbazia di Spineto
Le Vie Cave di Pitigliano
Sport & salute
PEDALONGA TRA I LAGHI DI CHIUSI E MONTEPULCIANOIn provincia di Siena una manifestazione ciclo-culturale-conviviale-enogastronomica
ENDOCRINOLOGIAAumento di peso ingiustificato e fame indomabile
Ripartono i corsi di danza alla scuola Ali di Luce anche a Sarteano.
Nordic walking a Pietraporciana
24° granfondo del Brunello e della Val d’Orcia
Servizi e shopping
Quasi una magiaLa Bottega Bedeschi
Rinomata Rameria Mazzetti a Montepulciano
Volo e Colazione in mongolfiera in toscana
Valdichiana Outlet Village
Chinediferro di Giulio Pellegrini
Offerte
Offerta Etruria Spa a Montepulcianoa partire da . 10900 a coppia
Offerta speciale libro fotografico Beatificazione Giovanni Paolo II
Prova Gratuita corsi di danza scuola Ali di Luce Chianciano Terme
Offerta Hotel Villa Ricci Chianciano Terme
Serata romantica Hotel Moderno a Chianciano Terme