in-toscana.it

hotel, ristoranti, spettacoli, cultura e tanto altro in Toscana

Vedi le nostre promozioni
CHIESE & MONASTERI
Condividi nei social network   

Monastero di Abbadia San Salvatore


toscana (siena) abbadia san salvatore
pubblicato il 20/08/2013 09:00:39 nella sezione "Chiese & monasteri"
Monastero di Abbadia San Salvatore
Dal centro del grande paese amiatino, a metà di Via Cavour, sulla destra fermiamo lo sguardo al primo arco, una volta ingresso al monastero.

L’ingresso, incorniciato da bugnato in forte rilievo, venne costruito nel 1581 dall’abate Pietro Rocca, come ricorda l’iscrizione D. PETRO ROCCA AB. POT. SUAE F. MDLXXXI. Sopra la chiave di Volta, dove e scolpito lo stemma di San Salvatore, il trimonte con due pastorali incrociati e la mitria. Proseguendo, si giunge al secondo arco, sormontato da una meridiana. Nel sottopasso, che era decorato da affreschi (Madonna con Bambino, San Michele Arcangelo) oggi conservati nel monastero, due portali ricordano con le loro iscrizioni negli architravi (AUDIENTIA CAUSARUM VIDUARUM ET PUPILLORUM e AUD. CAU. SPIR. JURISD. ET SECUND. CAUS. CIVILIUM) i poteri feudali dell’Abate che, fino alle riforme leopoldine, giudicava nelle cause delle vedove e degli orfani e nelle seconde istanze delle cause civili.

Poi il Piazzale Michelangelo, che recentemente è stato ripristinato con molto verde, la fontana nel mezzo e il monumento a Pio II.

Sulla destra appare subito la facciata della Chiesa, alta, stretta e fiancheggiata da due campanili. Un complesso architettonico molto bello e imponente. La torre campanaria è alta 24 m. con merli terminali, l’altra, sulla destra è rimasta, non si sa per quale motivo, incompiuta. Le torri sono decorate da monofore e da archetti pensili, tipici motivi romanici. Nella parte centrale della facciata, arretrata rispetto alle torri, si apre, sopra la porta di ingresso ad arco a tutto sesto, una trifora fatta probabilmente con materiale originario durante i primi ripristini eseguiti negli anni ’20 del secolo scorso. Lo schema architettonico della facciata è l’unico esempio in Toscana, e uno dei pochi in Italia, di West Werk, cioè di prospetto con due torri, motivo derivante dall’architettura carolingia e ottoniana.

Dove un tempo doveva essere il balconcino semisporgente che serviva all’Abate in determinate cerimonie pubbliche, oggi s’intravede al centro lo stacco di un accesso. Segni sottostanti di aggancio murario richiamano altresì l’esistenza di un pronao posteriore, le cui colonne si conservano ancora.

In Chiesa ai lati dell’entrata sono collocate due acquasantiere del ’500, il cui bacile in trachite è montato su colonnine di travertino che poggiano su una base triangolare.

Quella di sinistra è ornata a rilievo dai simboli della Passione: una croce greca, un’ampolla, un calice, martello, tenaglie, scala e dadi. La colonnina è ornata da foglie acuminate, divise da un grosso cordone. L’ acquasantiera di destra, recentemente restaurata dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze reca sul bacile rilievi di immagini simboliche, mentre la colonna con foglie di quercia è strozzata al centro da un cordolo.

E’ questo il punto in cui la Chiesa appare in tutta la sua imponenza e armoniosità.

Di stile romanico, fu consacrata sotto l’Abate Winizzo nel 1035. La Chiesa ha la pianta a croce latina, con unica navata coperta con capriate, e presbiterio con volte a botte e a crociera, sopraelevato sulla sottostante cripta.

La soluzione ricordata della facciata, lo schema a croce latina che si può ritenere il primo del genere comparso nel senese, forse in Toscana, l’eccezionalità della cripta fanno della Chiesa di San Salvatore uno degli esempi più interessanti dell’architettura protoromanica Toscana. Sulla parete destra, in alto, spiccano le sei finestre di varia foggia, semplici ed incisive del tipico romanico. Nella parete sinistra, invece, si scorgono altrettante finestre, ma cieche, quindi prive della originale funzione, ma che accentuano la geometricità e la purezza dello stile romanico, emergenti anche dalle pareti in pietra a filarotto. La nudità di queste da un senso di sobria austerità a tutto l’ambiente, quasi sollecitando raccoglimento e contemplazione per l’avvicinamento dell’uomo a Dio.

A meta ’600 la Chiesa venne trasformata, seguendo i canoni della "Controriforma", con la demolizione delle prime due campate della cripta e l’ampliamento del corpo longitudinale, riservato ai fedeli, che venne anche sopraelevato. In questa occasione vennero rinnovare le decorazioni e gli altari, secondo il gusto barocco, e affrescato dai fratelli Francesco e Antonio Annibale Nasini il presbiterio.

Gli elementi architettonici barocchi vennero rimossi durante i restauri dell’Arch. Bellini della Soprintendenza di Siena nel 1925. I monaci Cistercensi, ritornati nel 1939 all’Abbazia, dopo aver revisionato nel 1963 i tetti ormai fatiscenti, interessarono di nuovo la Soprintendenza ai Monumenti e Belle Arti di Siena perché si intervenisse al più presto con i necessari e urgenti restauri. Furono ripresi i lavori con la ditta “Petri Armando” di Siena sotto la guida del Soprintendente Arch. A. Jacchia. Fu così incentivato lo svuotamento della navata centrale che i Monaci avevano già iniziato in proprio; furono rimossi i loculi ancora pieni di ossa ed altre murature ingombranti. Una spessa massicciata, necessaria per limitare l’umidità, venne costruita a circa due metri e mezzo al di sotto della precedente pavimentazione, perché erano venute alla luce soglie, porte e pezzi di pavimento originale. Il nuovo pavimento in cotto fu appositamente ordinato perché si eguagliasse il più possibile al preesistente; le pareti furono discialbate e consolidate nei cedimenti. La ricostruita scalinata nel mezzo della Chiesa per accedere al presbiterio fu poggiata su residui muri preesistenti. Si indagò nelle volte per scoprire eventuali altri dipinti, ma invano. A seguito dei restauri, la nuova unità ha acquistato fascino, bellezza e armonia.

Entrando sulla destra pende una tela del 1600 di Lorenzo Lippi: raffigurerebbe la donazione dell’Abbazia fatta da Tessia, moglie di Re Rachis, al primo Abate Erfone; questi é raffigurato nelle sembianze di S. Bernardo, accompagnato da altri monaci cistercensi. L’anacronismo é evidente; S. Bernardo è vissuto nel XII secolo e non nell’VIII. In realtà la tela rappresenta l’atto in cui la Regina di Spagna affida a San Bernardo la costruzione di tre abbazie nel suo regno.


Monastero di Abbadia San Salvatore
Padre Amedeo Riccardi Parroco

Via del Monastero
Abbadia San Salvatore
Abbadia San Salvatore (Siena)
Tel:0577777352
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Contatta le migliori strutture dove allogiare
toscana (siena) montepulciano
HOTEL VILLA AMBRA
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL PLAZA
toscana (siena) chianciano terme
ALBERGO REXStanze a partire da . 3500 a notte
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL RINASCENTE
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL VILLA RICCI Stanze a partire da . 6000 a notte
toscana (siena) chianciano terme
GRAND HOTEL CAPITOL
toscana (siena) chianciano terme
Alexander Hotel Palme
toscana (siena) chianciano terme
HOTEL MODERNO
toscana (siena) chianciano terme
AGRITURISMO LA PIETRICCIA
toscana (siena) montepulciano
AGRITURISMO SAN GALLO
Cerca nel sito


ETRURIA RESORT e NATURAL SPA

toscana (siena) montepulciano

Alexander Hotel Palme ****

toscana (siena) chianciano terme

GRAND HOTEL CAPITOL****

toscana (siena) chianciano terme

HOTEL PLAZA****

toscana (siena) chianciano terme

AGRITURISMO SAN GALLO

toscana (siena) montepulciano

AGRITURISMO LA PIETRICCIA

toscana (siena) chianciano terme

HOTEL VILLA AMBRA ***

toscana (siena) montepulciano
Banner Sinistra
Banner Destra
Le migliori attività

Le Bertille "Montepulciano"

toscana (siena) montepulciano

Great Estate "Toscana"

toscana (siena) san casciano dei bagni

Osteria Acquacheta "Montepulciano"

toscana (siena) montepulciano

Ristorante l'Assassino "Chianciano Terme"

toscana (siena) chianciano terme

Ottica Castellani "San Quirico d'Orcia"

toscana (siena) san quirico d'orcia

Scuola di danza Ali di Luce

toscana (siena) chianciano terme

Fattoria Pianporcino "Pienza"

toscana (siena) pienza

Maestri del cotto "Città della Pieve"

umbria (perugia) città della pieve
Banner Sinistra
Banner Destra
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News & curiosità
ZUCCHE GIGANTI SI SFIDANO IN TOSCANAA Foiano della Chiana la sfida delle zucche
TORNA LA CITTADELLA ECOLOGICA DI LEGAMBIENTE TOSCANADal 2 al 4 ottobre a Villa Montalvo
PASCOLO 2.0 PECORE COL CHIP E OVILE COMPUTERIZZATO PER IL PASTORE PIU HI TECH DITALIAIn Maremma si fondono tradizione e innovazione
ANCORA SELEZIONI AL TERME DI CHIANCIANO GARDEN FESTIVALFino a un massimo di 8 i progettisti selezionati
SANTISSIMA TRINITA TRIONFA ALLA GIOSTRAVince il giovanissimo Giacomo Perugini
Eventi & feste
UNO STILE DI VISTA PI SOSTENEBILE?Se ne parla a Cetona Sul filo dell’olio
TOSCANA ARCOBALENO DESTATE 2016Tanti eventi per festeggiare larrivo dellestate
TORNANO A PIAZZE LE LETTERIMPIADIAnche quest’ anno Piazze2000 organizza la sfida letteraria
ARRIVA IL TERME DI CHIANCIANO GARDEN FESTIVALCompetizione internazionale per garden designer e non solo
IN TOSCANA HALLOWEEN SI PASSA ALLE TERME Una serata mostruosamente rilassante alle Terme Sensoriali di Chianciano
Storia & musei
CHIUSI DINVERNOTutte Le Iniziative Per Scoprire Chiusi Anche in Inverno
Santa Maria della Scala dal gennaio 2010 allagosto 2013 registrati 155mila ingressi
Parco Museo Minerario Abbadia San Salvatore
MAEC Museo dellAccademia Etrusca e della Città di Cortona
Pedalando Nel Passato Storie Di Uomini E Di Mestieri Firenze dal 20 giugno al 17 novembre 2013
Chiese & monasteri
Collegiata dei Santi Quirico e Giulitta
Eremo Francescano Le Celle  Cortona
Abbazia di Spineto Sarteano
Monastero di Abbadia San Salvatore
Chiesa di San Biagio Montepulciano
Dove Mangiare
RistoPizza Tribeca
Ristorante La Grotta
LA TORAIADove mangiare i veri hamburgersdi carne Chianina
Gattavecchi (La Cucina Di Lilian)
Ristorante Degli Archi  a San Quirico dOrcia
Enogastronomia
RICETTE DELLA TRADIZIONE TOSCANADal Rinascimento a oggi
LE ORIGINI DEL PANFORTEStoria e leggende del dolce toscano più famoso
Ad Arezzo Campionato Nazionale di Cucina Contadina
Intorno a Chianciano il vino è meglio dell’acqua alle Buche di Giuseppe Olivi a Sarteano
L’azienda Marchesi De’ Frescobaldi e Bar Smalzi ti invitano il 10 Ottobre a Firenze
Mostre & fiere
GIOCHIAMO?A Chiusi in mostra i giocattoli di una volta
A CHIUSI VOLTI DI DONNAUn Viaggio alla Scoperta della Donna dagli Etruschi a S.Mustiola
Sotto la neve fiabe... a Siena
Inaugurazione mostra Icone Sacre Giovedì 26 settembre 2013 al Museo Civico di Montepulciano
Firenze - Parigi Andata e Ritorno
Terme & spa
FESTIVIT E BENESSERE ALLE TERME DI CHIANCIANOUn mese ricco di offerte
THEIA nuovo complesso di piscine termali a Chianciano Terme
Hotel di charme a MontepulcianoEtruria Resort & Natural Spa
Living in Valdorcia la nuova agenzia immobiliare di casali e rurali in Val dOrcia
Centro Olistico La Mano Madre
Territorio
Hotel Italia: hotel 3 stelle a Siena vicino al centro storico della città del Palio
I 10 BORGHI DA VISITARE ASSOLUTAMENTE IN TOSCANAPer il tuo week  end di relax in Toscana
Bagno Vignoni (Siena)
Il crocifisso di Antonio da Sangallo esposto all’Abbazia di Spineto
Le Vie Cave di Pitigliano
Sport & salute
PEDALONGA TRA I LAGHI DI CHIUSI E MONTEPULCIANOIn provincia di Siena una manifestazione ciclo-culturale-conviviale-enogastronomica
ENDOCRINOLOGIAAumento di peso ingiustificato e fame indomabile
Ripartono i corsi di danza alla scuola Ali di Luce anche a Sarteano.
Nordic walking a Pietraporciana
24° granfondo del Brunello e della Val d’Orcia
Servizi e shopping
Quasi una magiaLa Bottega Bedeschi
Rinomata Rameria Mazzetti a Montepulciano
Volo e Colazione in mongolfiera in toscana
Valdichiana Outlet Village
Chinediferro di Giulio Pellegrini
Offerte
Offerta Etruria Spa a Montepulcianoa partire da . 10900 a coppia
Offerta speciale libro fotografico Beatificazione Giovanni Paolo II
Prova Gratuita corsi di danza scuola Ali di Luce Chianciano Terme
Offerta Hotel Villa Ricci Chianciano Terme
Serata romantica Hotel Moderno a Chianciano Terme